Gladys Sica
artista visivo e poeta italo argentino contemporaneo

I linguaggi di Gladys Sica

del critico Rossana Bossaglia

Gladys Sica, Mostra Personale con intervento di poesia, "Galleria Eustachi", Milano, 2007.

E’ difficile definire secondo il corrente linguaggio interpretativo la produzione pittorica di Gladys Sica; ella si avvale di formule espressive che potremmo definire figurative, anche per via della riconoscibilità fisica dei personaggi, ma nel contempo ci consente letture astratte delle immagini medesime.

Per altro gli stessi titoli che ella appone alle sue raffigurazioni puntano sulla loro leggibilità naturalistica ma nel contempo sulla loro forza trasfiguratrice. Non è estraneo a questo suo modo di esprimersi il rapporto intenso che ella testimonia tra la sua comunicativa per immagine e quella attraverso il linguaggio poetico; linguaggio, tra l’altro, che ci parla mantenendo forte affinità espressiva, in lingue diverse.

La tavolozza accompagna le variazioni delle figure disegnate sottolineandone via via gli aspetti ritmici o drammatici; i ritmi, appunto, sono volta per volta fluidi o scattanti; cosi come i colori, che sono dolci o aspri a seconda di quanto intendono comunicare.
E’ difficile, a questo punto, dare una definizione interpretativa della formula artistica di Gladys; che oltretutto utilizza materiali e tecniche diverse a seconda delle suggestioni nelle quali intende coinvolgerci.

Potremmo concludere, in prima istanza, che la varietà materiale commenta in modo intenso, di grande efficacia comunicativa, le varietà tematiche: l’artista non si ferma mai su se stessa e sulle personali suggestioni; esprime sempre molteplici significati anche esaminando le medesime immagini.

 

Rossana Bossaglia
Milano, settembre, 2007

 

Gladys Sica, Mostra Personale con intervento di poesia, "Galleria Eustachi", Milano, 2007.

  Copyright by © Gladys Sica
È vietata la riproduzione, stampa e/o diffusione in qualsiasi forma del testo e/o delle immagini senza il permesso o citazione dell'autore.